Stampa questa pagina

MINCHIA, SIGNOR TENENTE!

commedia in due atti di Antonio Grosso.

Regia di Gianni Bevilacqua
Compagnia: “Le voci di dentro”

Il titolo prende lo spunto dalla canzone di Faletti che vinse il secondo premio al
Festival di Sanremo nel '94. Così diceva la canzone ”Minchia, signor Tenente e siamo
qui con queste divise, che tante volte ci vanno strette, specie da quando sono derise
da un umorismo di barzellette. E siamo stanchi di sopportare quel che succede in
questo paese dove ci tocca farci ammazzare per poco più di un milione al mese”
L'autore Antonio Grosso in un'intervista al Corriere della Sera così afferma: “È una commedia sulla mafia in cui si ride per un'ora e mezza riflettendo”. Il lavoro è
ambientato nella Sicilia del '91, in una piccola caserma dei carabinieri, dove sembra
che la mafia non esista. La situazione si ribalta con l'arrivo di un tenente mandato
per operazioni riguardanti un noto mafioso di “cosa nostra”. In sostanza, la
commedia parla della criminalità organizzata scegliendo la strada dell'ironia e della
leggerezza.

6-8-9 gennaio 2022

Acquista i biglietti online!

LOCANDINA SIGNOR TENENTE neutra2